La sensazione e’ quella di disturbo. E di fascino. Sai che entrerai in un luogo che non ti appartiene, nascosto fra delle mura che lo dividono dal pubblico, dalla strada. La soglia e’ un varco che bisogna attraversare in punta di piedi, guardandosi attorno un po’ titubanti. Divide il mondo conosciuto, sociale, ricco di cambiamenti,…Continua a leggere “Le antiche botteghe di Firenze”

weekend valsesia polenta

Chi più chi meno, chi al mare chi in montagna, chi qua e chi la’, tutti noi abbiamo avuto estati in villeggiatura con i nonni, quelle dove i genitori ti sbolognavano con  “dai che un po’ d’aria di montagna ti fa bene”.
E cosi, dopo un pomeriggio tra gli scivoli e le altalene più imponenti dei miei ricordi, capitava anche a me di sentirmi dire frasi consolatorie e promesse di divertimento degno di un parco giochi.
Testa bassa e lacrimoni, li vedevo salire sulla macchina. La gola pizzicava di tristezza da abbandono. Muta e imbronciata, me ne andavo a dormire nella mia cameretta dal pavimento in legno, non finto legno ma legno vero, dove ogni passo e’ una testimonianza di vita non richiesta, dove i miei sogni di diventare agente segreto, impavido e felino nelle movenze, si allenavano